português français english español
Condividi Su
Il primo sito reattivo in italiano
Condividi Su
  • français
  • english
  • español
  • potuguês

Come portare qualsiasi donna ad avere orgasmi esplosivi

Il titolo di questo scritto è evidentemente commerciale e serve solo ad attirare l'attenzione dei lettori. In realtà il nostro scopo non è quello di indicare un metodo miracolo con il quale sarete capaci di dare a qualsiasi donna orgasmi incredibili. Tale metodo non esiste. Ogni donna è diversa e la qualità degli orgasmi dipendono inoltre dal feeling e dalla chimica di coppia, oltre che dal vissuto sessuale individuale di una donna e oltre al contesto fisico ed emozionale dell'atto sessuale.

L'idea di queste tecniche non è dunque quella di dare un metodo infallibile che funzionerà sempre, ma è piuttosto quella di aiutarvi ad avere maggiori possibilità di far raggiungere l'orgasmo a un più gran numero di donne.

L'arte di dare alle donne la stimolazione di cui hanno bisogno

Intanto perché è tanto importante far raggiungere l'orgasmo a una donna? Ne va del nostro successo. Avere un orgasmo è un obbiettivo importante, non basta avere un'erezione e godere soltanto voi e neppure essere capaci di far sesso per ore. Quando fate l'amore con una donna, il vostro scopo principale dovrebbe sempre essere quello di portarla all'orgasmo, poco conta se lo fate oralmente o mediante penetrazione, anche se una donna vi dice che l'orgasmo non è la cosa più importante, che l'importante è godere ogni momento del viaggio, in realtà questo è vero solo in parte.

E, contrariamente a quel che state pensando, avere un pene più grande non è sufficiente. E non basta neppure durare a sufficienza! L'orgasmo non è questione di durata e neppure di dimensioni del pene. Queste cose possono influire nella qualità del rapporto, ma non sono le più determinanti. Anche se ingrandite il vostro pene, anche se sviluppate una resistenza di ferro, tutto questo non vi servirà se non sapete usarlo, se non sapete eccitarla o non sapete gestire bene i movimenti.

Le dimensioni del pene sono importanti dal punto di vista estetico ed eccitativo. È importante saper fare i preliminari per riscaldarla ed eccitarla bene. È importante muoversi bene trovando il giusto ritmo e ugualmente essere capaci di durare a sufficienza. Ma c'è un altro elemento che è un elemento chiave, indipendentemente da tutti questi altri fattori e del quale parleremo giustamente in quest'articolo.

Il tipo di stimolazione che dipende dal vissuto sessuale femminile

Ci siamo, questo è l'elemento più importante. Le donne non hanno tutte lo stesso modo di raggiungere l'orgasmo. Il modo in cui una donna riesce a godere dipende dal tipo di stimolazione che è abituata a ricevere o a darsi. L'abitudine continuata in cui una donna ha sviluppato la propria risposta sessuale, si chiama appunto vissuto sessuale. Da questo dipende in gran parte il modo in cui una donna raggiunge più facilmente l'orgasmo ed è questa la chiave principale che vi aiuterà a strappare orgasmi al maggior numero di donne possibile.

Il vissuto sessuale generale di una donna media è limitato. Le donne non si masturbano tanto e le esperienze sessuali che può avere una donna sono di solito minori in quanto per una donna l'importante non è la quantità ma la qualità dei partner. La donna sceglie e non punta mai sul numero, come l'uomo. Di conseguenza la maggior parte delle donne sviluppano un solo modo di raggiungere l'orgasmo nel loro vissuto sessuale. Esistono tecniche che permettono alle donne che lo desiderano di sviluppare il proprio vissuto sessuale mediante esercizi e permetterle di raggiungere l'orgasmo con uno spettro più amplio di stimolazioni. Per esempio una donna abituata a raggiungere l'orgasmo mediante il clitoride, può esercitarsi a raggiungerlo vaginalmente, o in altri modi. Questi aspetti vengono trattati principlamente dal sito www.soloperlei.com, un sito di crescita sessuale al femminile, destinato alle donne e agli uomini che vogliono soddisfarle.

Non tutte le donne comunque conoscono le tecniche per ampliare il loro vissuto sessuale, non tutte sono interessate a questo soggetto e non tutti gli uomini possono contare su queste tecniche (anche se volendo, noi le forniamo mediante il programma soloperlei.com). Nella maggior parte dei casi, la donna raggiunge l'orgasmo nel modo in cui si è abituata a raggiungerlo e se voi non la stimolate secondo il suo vissuto sessuale, non riuscirete a farla godere, non importa quanto durerete.

L'arte di far raggiungere l'orgasmo

Daremo qui un esempio tipico senza scendere troppo in dettagli tecnici, in quanto questo esempio si produce la stragrande maggioranza delle volte. Molte donne sono clitoridee. In queste donne tutto è più facile. Basta stimolare il clitoride con sufficiente fantasia (che può essere fatto sia oralmente che con la penetrazione) e queste, se fate un buon lavoro, se vi muovete bene e se durate a sufficienza, raggiungeranno l'orgasmo. Ma ce ne sono molte altre alle quali il semplice sfragamento del clitoride e della vulva non basta, neppure con la penetrazione.

Lo sfregamento non è il solo artefice

Difatti il piacere sessuale non si ottiene soltanto mediante sfregamento. Gli organi sessuali si stimolano anche mediante pressione. Questo tipo di stimolazione viene normalmente associato alla penetrazione, ma non è l'unico caso. Anche il clitoride può essere stimolato mediante pressione e nella penetrazione si ottiene pressione sufficiente soltanto se viene eseguita in un certo modo, che spiegheremo tra poco.

Ci sono donne che devono raggiungere l'orgasmo soprattutto mediante sfregamento e pressioni leggere. Altre lo raggiungono soltanto se allo sfregamento vengono applicate pressioni abbastanza forti. Ed è soprattutto di questa tecnica che parleremo qui. Ma prima di parlare di stimolazione con pressione, che è più difficile, parleremo della stimolazione usuale, che è la base. Questa verrà descritta a grandi linee, perché non ha senso passare alle pressioni se non sapete stimolare con lo sfregamento.

Lo sfregamento ottimale nel sesso orale

Fare sesso orale a una donna significa dapprima cominciare leggermente e poi aumentare il ritmo sempre di più. Non stimolerete subito il clitoride. Comincerete dalle labbra maggiori e minori e dalla vulva. Alcune donne preferiscono una stimolazione localizzata e monotona, altre preferiranno una stimolazione variata, per esempio alternando con la bocca tra vulva e labbra vaginali e tra labbra vaginali e vulva. Solo quando il clitoride sarà ben eccitato passerete a stimolarlo.

Il clitoride può essere stimolato o con movimenti rapidi della lingua e delle vostre labbra, oppure con il succhio. Alcune donne preferiscono essere succhiate, altre leccate. Solo conoscendo una donna, oppure andando per tentativi scoprirete le sue preferenze sessuali. Ma la cosa più importante (non importa se la vostra stimolazione è localizzata e monotona oppure varieggiata), e che non dovrete limitarvi a una sola zona. Con la vostra bocca dovrete coprire l'intera vagina! Cioè potete usare una tecnica localizzata o varieggiata, ma sempre con tutta la vagina in bocca! Anche se state stimolando soprattutto il suo clitoride, anche se state penetrando la sua vulva con la vostra lingua, il resto della vagina deve rimanere nella vostra bocca e ricevere lo stesso delle stimolazioni secondarie, ma senza tregua.

Vi concentretete su un solo punto alla volta, oppure stimolerete sempre lo stesso punto, ma senza perdere di vista gli altri e senza smettere di stimolarli. Il sesso orale è un'arte difficile e dovete sviluppare al massimo la vostra fantasia, essere creativi. Soprattutto dimostrare che siete avidi, che il suo sesso non vi causa ribrezzo, dovete imparare ad innamorarvi del sapore della vagina e del suo odore, non riuscirete mai a far nulla bene se non vi piace quel che state facendo, se non ne andate pazzi. Questo è un importante principio. Più sarete ghiotti della vagina e di tutto quel che ne fuoriesce, più sarete bravi nel sesso orale.

Lo sfregamento ottimale nella penetrazione

Nella normale penetrazione il ritmo è la cosa più importante. Dovete imparare ad andare al suo ritmo se volete farla venire. Inoltre dovete essere sensuali e ritmici nei movimenti. Un buono modo di capire quali sono i suoi ritmi è di far l'amore dapprima con lei sopra. Quando la donna sta sopra l'uomo è lei che conduce il gioco. In questa posizione è più facile per una donna raggiungere l'orgasmo. Osservate il suo ritmo e cercate di assecondarlo quando sarete voi a giocare il ruolo attivo.

Il ritmo della penetrazione e la velocità sono importanti e fanno la differenza tra il buon amatore e quello che non ci sa fare.

Quando lo sfregamento non è sufficiente

Malgrado tutte le buone tecniche, supponiendo che facciate tutto quel che abbiamo appena descritto alla perfezione, ci sono molte donne che non raggiungono l'orgasmo malgrado tutti i vostri sforzi perché il semplice sfregamento non è sufficente al loro vissuto sessuale.

Tutto quello che abbiamo detto finora è conosciuto ed è presente in molte pagine su internet, ma adesso daremo la ricetta segreta, il segreto che fa la differenza. L'elemento pressione! Quante volte ne avete sentito parlare? Eppure è il fattore che vi permetterà di dare orgasmi anche a quelle donne che non riuscite a soddisfare.

Abbiamo detto che si parla normalmente di pressioni quando si ha a che fare con penetrazioni profonde e con il piacere vaginale o uterino. Non è necessariamente vero, potete far pressione anche sul clitoride e sulle parti esterne della vagina e lo dimostreremo qui.

L'elemento pressione nel sesso orale

Questa tecnica viene bene soprattutto in una posizione di 69, cioè quando avrete la vagina sopra di voi, ma capovolta. Si tratta di far sesso orale esattamente nel modo descritto sopra. Ma questa volta interverrà anche il vostro mento! Cioè invece di passare la lingua sul clitoride o di succhiarlo, farete pressione sul clitoride e su tutta la zona circostante con il vostro mento, mentre, con tutto il resto della vagina in bocca stimolerete anche la vulva e la parte inferiore del sesso femminile tra vagina e ano (e perché no anche l'ano) che molti dimenticano.

L'intensità della pressione può essere forte o leggera a seconda dei gusti. Manterrete la zona del clitoride sotto costante pressione e allo stesso tempo stimolerete il resto del sesso a tutta forza. In questo modo tutte le forze entrano in gioco e l'orgasmo sarà inevitabile. Questo non vuol dire che funzionerà assolutamente con tutte, ma sicuro funzionerà con un maggior numero di donne rispetto al solo sfregamento. Provate e vedrete!

Elemento pressione nella penetrazione

Questa tecnica funziona soprattutto nella posizione del missionario, oppure quando la penetrate da dietro. Se la penetrate da davanti, dovrete sporgervi maggiormente con il vostro corpo in modo che la parte superiore del pene faccia da leva e faccia pressione sul clitoride. In questo modo non fate soltanto pressione sul clitoride, ma raggiungerete anche più facilmente il punto G e quindi la stimolazione, oltre ad aver aggiunto l'elemento pressione, sarà anche più varieggiata.

Se la penetrate vaginalmente da dietro, la tecnica sarà simile, ma invece di far leva con la parete superiore del pene, farete pressione con quella inferiore. Il concetto chiave in tutto questo è quello di far leva. Quando sollevate un sasso mediante una leva, dovete far pressione sulla base del sasso con un bastone. Analogamente, farete pressione su suo clitoride con il vostro pene e il vostro pube (se state nella posizione del missionario).

Con questa tecnica i suoi orgasmi saranno più rapidi e più intensi, inoltre riuscirete a far godere un più gran numero di donne, anche quelle con le quali generalmente avete difficoltà. Il fattore pressione è importantissimo e riesce ad arrivare con alcune donne laddove il solo sfregamento non arrivava.

Conclusione

Con questi concetti di base avete uno strumento addizionale per far godere le donne: il fattore pressione. Uno strumento che non tutti gli uomini conoscono e di cui non si parla molto ma che risulta estremamente efficace! Provateci e se vi piace quest'articolo vi invitiamo a condividerlo nelle reti sociali in modo che il nostro sito sia più conosciuto e possa dare anche ad altri l'opportunità di fare tesoro di queste informazioni.



[Chiudi]

Questo sito è reattivo. Che cosa significa? Ebbene, provate a ridimensionare il browser e vedrete. La disposizione della pagina e la sua architettura cambiano a seconda delle dimensioni dello schermo.

Oggigiorno il numero di utenti che usano dispositivi mobili per navigare su internet è uguale o superiore a coloro che usano computer. I siti web devono dunque essere leggeri e adattabili e funzionare esattamente come le applicazioni mobili.

Il concetto di tecnologia liquida è ormai universalmente consolidato. Questo sito non ha una versione PC e una versione mobile. Ha una sola versione che si adatta a tutto. Ed è stato tra i primi siti web responsivi in italiano fin dal 2012!


[Chiudi]