português français english español
Condividi Su
Twitter Google Plus Facebook You Tube
Il primo sito reattivo in italiano
Condividi Su
Twitter Google Plus Facebook You Tube
  • français
  • english
  • español
  • potuguês

La chirurgia per aumentare le dimensioni del pene

La chirurgia di ingrandimento del pene, detta anche falloplastica o penoplastica, chirurgia peneana o semplicemente chirurgia intima, è il metodo medico per risolvere il problema di aumentare le dimensioni del pene. I metodi non medici vengono descritti piuttosto in questa pagina.

La falloplastica costituisce probabilmente il solo metodo che, per ragioni ovvie, è approvato dai medici e bisogna anche aggiungere da alcuni medici perché altri l'approverebbero soltanto in caso di seri problemi anatomici che rendono la vita sessuale impossibile. Malgrado questo, molti uomini sono persuasi che la chirurgia del pene sia l'unico metodo veramente viabile.

Secondo i medici che non raccomandano la chirurgia, la chirurgia intima non solo non è in grado di dare risultati accettabili, ma è anche pericolosa, basta cercare su internet per comparare i vari avvisi, ovviamente non quelli dei medici che praticano l'intervento. Non vi chiediamo di prestar fede neppure a quel che diciamo noi, che abbiamo un interesse a promuovere i metodi naturali. Vi chiediamo solo di cercare voi stessi su internet in modo tale da rendervi conto della realtà a partire da quel che vedrete su internet, a cominciare dai giornali, come vedremo in un esempio più giù.

La chirurgia intima è anche l'unico metodo usato dei medici per ingrandire il pene. Non esiste nessun medicinale in grado di avere un'azione sulle dimensioni del pene. Secondo Wikipedia (la versione italiana di quest'articolo è piuttosto scarsa), i metodi chirurgici di ingrandimento del pene hanno effetto soltanto con il pene a riposo.

Sebbene la chirurgia peneana sia il rimedio ufficiale della medicina, questa risulta poco viabile date le seguenti caratteristiche:

  • Molto costosa, un intervento di falloplastica può costare facilmente intorno ai 4000 euro, non coperti dalle assicurazioni. Il che è vero per tutte le chirurgie estetiche, ma anche questo conta.
  • Molto invasiva. Quando si tratta di mettere la salute a rischio, bisogna sempre adottare l'approccio di minor intervento.
  • Pericolosa. Le cose possono facilmente andar male e i possibili danni sono molto difficili da rimediare.
  • I risultati sono raramente soddisfacenti e non valgono lo sforzo, il sacrificio e l'investimento. Il che è il punto più importante, difatti ci sono molte persone che farebbero tutto per il loro aspetto, ma non per nulla!

Tecniche usate dalla chirurgia intima

Ingrossamento del pene

Per ingrossare il pene, la chirurgia intima usa l'autotrapianto di tessuto adiposo. Vale a dire, viene prelevato del grasso da un'altra regione del corpo e viene iniettato nel vostro pene. Al meno è la tecnica moderna, prima venivano usate sostanze sintetiche che non venivano bene assimilate.

Ad ogni modo il grasso non è un tessuto nativo del pene. Non è naturale e un tale ingrossamento non ha nessun effetto sul pene in erezione. Inoltre i rischi di diventare impotente aumentano.

Allungamento del pene

Per allungare il pene, la falloplastica usa una tecnica diversa. Viene reciso il legamento sospensorio allo scopo di disinserire i corpi cavernosi dai loro attaccamenti ossosi pubici. Dopo di che viene stirato il pene e viene mantenuto stirato mediante un dispositivo fornito dal medico, che può essere un estensore.

Una volta di più, come anche indicato da Wikipedia, quest'allungamento ha effetto solo allo stato flaccido si rischia anche qui di debilitare l'erezione. Allora a cosa serve un pene più lungo soltanto da moscio che inoltre non si rizza neppure bene?

Tutto questo è pubblicamente disponibile su internet, non ce lo siamo inventati noi. Gli unici che dicono che la chirurgia di ingrandimento del pene è soddisfacente sono i medici che la praticano e guadagnano grosso per ogni intervento.

La chirurgia di aumento del pene non è un metodo raccomandato

Il grasso non fa parte della costituzione anatomica del pene e aggiungerlo non è altro che un trucco per dare un'apparenza di grossore a riposo, utilità zero dal punto di vista funzionale, quello che conta. Mentre il legamento sospensorio possiede delle funzioni anatomiche e sessuali ben determinate, ha un posto esatto nell'anatomia sessuale, non sta lì per niente. Reciderlo non è che un altro trucco per dare un'illusione di lunghezza che risulterà costosa all'ora di diventar duri e funzionare. In fin dei conti volete un pene per usarlo, non per andare a modellare su una rivista.

Precauzioni e possibili conseguenze della chirurgia intima

Nel caso dell'ingrossamento, il vostro pene probabilmente ne risentirà, in quanto non è predisposto per contener grasso, inoltre, non c'è nulla che garantisce che la sua funzione sessuale ed erettile rimarranno normali e inalterate a lungo termine. Esiste uno studio scientifico che lo dimostra? Coloro che praticano la chirurgia l'hanno fatto? Scommetto che non ne parlano neppure. Oppure eseguono operazioni soltanto perché hanno l'autorità per farlo, senza per questo responsabilizzarsi per la vita sessuale futura dei loro pazienti. Notate che quanto detto non è qualcosa che stiamo affermando. È solo un dubbio che stiamo sollevando, una domanda che lasciamo aperta. Tocca a voi verificare! Scappate via dai medici che si spazientiranno nei confronti ed eluderanno la risposta!

Per quanto riguarda la lunghezza, il vostro pene sembrerà più lungo di un centimetro o due, ma solo in stato di riposo (vedi Wikipedia). Se riuscirete ancora ad avere un'erezione, questa sarà debole e precaria. Molti medici, a parte l'estensore, consigliano l'uso di pesi dopo l'intervento, in quanto con il tempo, il legamento ferito tende a ricostituirsi rendendo il pene ancora più corto di quanto era prima dell'operzione.

Curiosità: a Cuba la chirurgia intima è gratuita!

Si all'ospedale Hermanos Almejeira esiste un centro di chirurgia estetica dove vengono realizzate varie operazioni, comprese quelle di ingrandimento del pene, gratuite per i cubani e i residenti permanenti, ma a pagamento per gli stranieri, anche se meno onerose rispetto a una stessa operazione eseguita in Italia, per esempio. C'è un solo inconveniente: se le cose vanno male, chi proteggerà i vostri interessi a Cuba? Non potrete certo fare causa perché a Cuba non ci sono neppure le assicurazioni! Inoltre, le reclamazioni e le cause legali durano mesi e mesi a Cuba, addirittura anni e Cuba non è il vostro Peese!

Quindi meglio spendere un pò di più e operarvi a casa vostra. Abbiamo citato questo fatto soltanto per aggiungere un aspetto curioso legato all'argomento.

Caso di studio: Complessato per le dimensioni del suo pene, si opera e finisce in dramma

Sébastien, 24 anni quando si è operato, insoddisfatto tutta la vita della taglia del suo sesso e disinformato circa le opzioni disponibili, ha voluto sottomettersi a un intervento di ingrandimento del pene presso il dottor S. di Parigi. Tale come è stato reportato dal Parisien (http://www.leparisien.fr/faits-divers/il-veut-allonger-la-taille-de-son-penis-l-operation-tourne-au-fiasco-16-02-2018-7563618.php#xtor=AD-1481423553), venne sottomesso a due interventi, il primo nel novembre 2013 e l'altro nel giugno 2014. Entrambi gli interventi non sono andati a buon fine, in quanto Sébastien ha avuto un effetto corona, cioè il raccorciamento della base del pene, lo stesso effetto collaterale che abbiamo menzionato poc'anzi.

Secondo la notizia, apparsa su tutti i giornali francesi, Sébastien aveva dei dolori molto intensi al pene e difficoltà erettili. Il dottor S. gli accordò una terza operazione a titolo grazioso dove gli iniettò a sua insaputa una sostanza controindicata per gli organi intimi, cioè il Macrolane, una medicina a base di acido ialuronico. L'operazione fu un terzo fiasco Sébastien non ha più erezioni! Ha inoltrato una lamentela al penale contro la chirurgia per i rischi causati ad altrui, inganni e ferite involontarie. Tale causa è ancora in corso nel 2018.

Sébastien continua a soffrire, non è più una questione sessuale, va la pronto soccorso, gli consigliano di rivolgersi al chirurgo che l'ha operato, il quale gli pratica delle incisioni con lo scopo di far uscire l,acido ialuronico, manipolazioni svolte sotto anestesia locale in sei riprese tra febbraio e maggio 2015, subito dopo il suo terzo intervento che ebbe luogo nel febbraio dello stesso anno.

Secondo l'avvocato di Sébastien, «Il medico si è comportato come un macellaio. I suoi atti sono pericolosi e non si è mai rimesso in questione. Il mio cliente è stato vittima di una successione di fatti spaventosi».

Tirando le somme

Avete ancora voglia di operarvi? La chirurgia estetica è ancora un universo molto sperimentale dove le cose possono andar male a breve o a lungo termine. I medici non hanno tutti l'intelligenza estetica richiesta e un'etica che possa permetter loro di astenersi quando è necessario, hanno soltanto l'autorità necessaria per intervenire senza davvero rispondere per quel che concerne le conseguenze a corto o a lungo termine. Non c'è nulla che preservi gli interessi e i diritti dei clienti, tranne forse una selva di assicurazioni disseminata da avvocati da pagare, un palio di interessi e di soldi che non favoriscono mai il paziente in primo piano.

La chirurgia estetica è una vera giungla, un mercato dove ci sono molti interessi in palio, dove chi ha i soldi ha il coltello dalla parte del manico. Per questa ragione non troverete facilmente questa pagina su internet. I motori di ricerca vogliono ridurre al silenzio le pagine come questa, il cui scopo è quello di valorizzare e favorire il cliente, il paziente, colui che paga sempre le conseguenze di "professionisti" senza scrupoli che vogliono soltanto riempirsi le tasche a scapito di disperati.

Non vale la pena di rischiare.

Le dimensioni del pene non contano. Parola di Grande-Pene.com

Con questo non vogliamo dire che la chirurgia intima sia sempre una macellata. Ci sono eccellenti medici in questo campo, ma perché rischiare soltanto per una questione estetica? Quando le cose vanno male, questo non sempre dipende dal medico. La taglia del pene non conta fisicamente per soddisfare una donna e quando non avete questo a vostro favore, potete sfruttare altri fattori del vostro fascino o del vostro fisico.

Una chirurgia intima si giustifica solo in caso di deformazioni o nel caso in cui abbiate un micropene, cioè in casi estremi. Non vale definitivamente la pena se avete un pene normale oppure più piccolo della media. Forse non sarete alti 1.90, ma non vale la pena di farvi rompere le ossa da un medico se non siete un nano. La stessa cosa succede con il pene.

Il nostro consiglio generale è questo: se il vostro pene è normale e avete soltanto un problema estetico a livello di complesso, provate dapprima metodi non invasivi, come gli estensori, le pompe o gli esercizi naturali. Ricorrete alla chirurgia soltanto se il vostro caso è molto grave (micropene o deformazione), e soltanto quando tutti gli altri metodi e opzioni non hanno dato esiti positivi.



[Chiudi]

mobile friendly

Questo sito è reattivo. Che cosa significa? Ebbene, provate a ridimensionare il browser e vedrete. La disposizione della pagina e la sua architettura cambiano a seconda delle dimensioni dello schermo.

Oggigiorno il numero di utenti che usano dispositivi mobili per navigare su internet è uguale o superiore a coloro che usano computer. I siti web devono dunque essere leggeri e adattabili e funzionare esattamente come le applicazioni mobili.

Il concetto di tecnologia liquida è ormai universalmente consolidato. Questo sito non ha una versione PC e una versione mobile. Ha una sola versione che si adatta a tutto. Ed è stato tra i primi siti web responsivi in italiano fin dal 2012!


[Chiudi]