português français english español
Condividi Su
Il primo sito reattivo in italiano
Condividi Su
  • français
  • english
  • español
  • potuguês

Come si misura il pene

Tutti i modi corretti di misurare il pene

Malgrado che il pene abbia dimensioni irregolari e che queste siano soggette a cambiare a seconda se lo stiamo misurando nello stato flaccido, semi-eretto o eretto, tuttavia, misurare il pene è molto più semplice di quanto sembra. Anzi, è una delle cose più elementari che si possano fare. Ad ogni modo, se non lo misuriamo correttamente i risultati delle misure possono cambiare enormemente ed essere completamente falsati sia in difetto che in eccesso. Per questa ragione, esiste una maniera standard di misurare il pene, che rispetta determinate norme e condizioni che fanno la differenza tra una misura corretta e una incorretta. Se non ci fosse una regola nel prendere le misure del pene, ognuno lo farebbe a modo suo e sarebbe impossibile fare qualsiasi tipo di stima sulle misure medie, ecc.

Tra l'altro, coloro che si interessano all'ingrandimento del pene e che seguono un programma di sviluppo come questo devono fare particolarmente attenzione al modo in cui misurano; inoltre, una volta adottato un determinato metodo dovrebbero attenervisi per tutta la durata del programma, altrimenti i risultati non avranno affidabilità. E non preoccupatevi se non avete il pene di Rocco Siffredi. Quando si misura il pene, lo scopo non è quello di deludervi, ma di ottenere serenamente un dato di partenza. Misurarselo ogni 5 giorni per vedere continuamente se si fanno progressi o no aggiunge un'ansia innecessaria al vostro lavoro e non è certo questa l'idea.

Molti siti di ingrandimento del pene hanno una pagina come questa ma la mettono soltanto nella zona riservata, cioè all'interno del programma. Qui invece tali informazioni si trovano nella zona pubblica e gratuita del sito perché riteniamo che il fatto di non rivelare a tutti informazioni così basilari non ha senso. Abbiamo deciso di aggiungere questa pagina con l'obbiettivo che sia utile sia ai nostri visitatori che ai nostri membri registrati. Ma passiamo ora a descrivere i vari metodi standard e le loro convenzioni per una corretta misurazione del pene.

È risaputo che nel prendere le misure, bisogna tener conto di due parametri: la lunghezza del pene e il suo spessore, ovvero, la sua circonferenza. Lo si potrebbe misurare anche in termini di diametro, ma questo è un parametro che non si usa quasi mai, e questo per due ragioni: primo, avendo la circonferenza si ha anche il diametro in quanto

diametro = circonferenza / π

E secondo, è la circonferenza del pene e non il diametro a poter dare la migliore idea dello spessore e dell'impatto che questo può avere nei rapporti sessuali.

Quando si parla di dimensioni, di solito ci riferiamo alle misure del pene in erezione. Quando qualcuno dice "ho un pene di 15 centimetri" è ovvio che si riferisce alla lunghezza del suo pene eretto. Lo stesso discorso vale anche per la circonferenza. Generalmente quando si parla di lunghezza e spessore si parla di un pene eretto. Normalmente quest'informazione basta e avanza. Eppure, quando stiamo intraprendendo un programma di ingrandimento, dobbiamo interessarci anche alle dimensioni in stato flaccido, in quanto l'ingrandimento del pene ha un impatto anche sullo stato a riposo. Di conseguenza, in questa pagina, ci riferiremo ad entrambe le misurazioni, sia alle dimensioni in stato di erezione, che a quelle in stato di riposo. Tuttavia vogliate tener presente che la misura del pene flaccido è solo approssimativa perché questo può avere dimensioni variabili che dipendono da fattori climatici, emozionali ed altro. Per questo di solito la misurazione che conta è quella del pene in erezione. Spiegheremo comunque entrambi i metodi.

Come si misura il pene in erezione

Misurare la lunghezza in erezione

Per misurare la lunghezza del pene in erezione si usa un righello rigido. Perché la misura sia esatta il righello deve essere almeno di due o tre centimetri più lungo del pene. La base del righello va piazzata affianco al pene, esattamente nel punto di congiunzione tra questo e l'osso pubico e deve trovarsi proprio nel mezzo, cioè né sopra né sotto al membro, ma esattamente come indicato nella figura.

Come si misura il pene
Cliccare per ingrandire

Se avete delle curvature, raddrizzate il pene, in quanto le curvature non contano nella misurazione e le misure esatte si prendono senza curvature.

Nel prendere le misure dovreste rispettare i punti seguienti:

  1. Stare in piedi con il pene perpendicolare al corpo.
  2. Raddrizzate il pene per impedire che eventuali curvature influiscano sul risultato.
  3. Premete con il righello sull'osso pubico, alla destra del pene (o sinistra, se siete mancini) e a un'altezza media rispetto alla grossezza del pene.
  4. Misurate fino alla punta del glande ed eventualmente piazzate un altro righello orizzontalmente sulla punta del pene, di modo che la perpendicolarità con il righello originario vi aiuti a ottenere misure più esatte.
  5. Annotate il risultato. Magari misuratevi più volte per accertarvi che il risultato sia il più esatto possibile. In questo caso potete anche stabilire una media tra i risultati. Se state seguendo un programma di ingrandimento del pene, ripetete la misurazione ogni 15-20 giorni.

Misurare la circonferenza del pene in erezione

La circonferenza del pene non è uguale lungo tutta la lunghezza del pene. Di solito è maggiore alla base e si riduce leggermente man mano che si giunge al glande. Molti siti di ingrandimento del pene consigliano di effettuare questa misurazione verso il centro. Tuttavia la misurazione più corretta è quella massima, in quanto è quella che permette la dilatazione massima della vagina durante la penetrazione, quindi quella che alla fine maggiormente incide nei rapporti sessuali. Nella maggir parte dei casi la circonferenza massima si trova alla base del pene, se avete questa conformazione, misuratevi dunque in quella regione. Altrimenti, misuratevi nel punto dove la circonferenza è massima. La circonferenza del pene si misura con un metro a nastro. Queste sono le tappe da seguire:

  1. Misurando la circonferenza potete stare sia in piedi che seduti anche se alcuni sostengono che in piedi è più comodo.
  2. Misurate sul punto di circonferenza massima, usate un'unghia o un marcatore per contrassegnare il punto dove il punto di inizio del metro si congiunge con quello della misura corrispondente.
  3. Annotate il risultato. Magari misuratevi più volte per accertarvi che questo sia il più esatto possibile, oppure potete stabilire un valore medio tra i risultati dei vostri tentativi. Se state seguendo un programma di ingrandimento del pene, ripetete la misurazione ogni 15-20 giorni.

Come misurare il pene allo stato flaccido

Come abbiamo detto, quando si parla di misure del pene, si parla soprattutto della taglia in erezione. Comunque per coloro che seguono un programma di ingrandimento come il nostro è molto importante misurarlo anche allo stato flaccido.

Misurare la lunghezza del pene flaccido

Il metodo è lo stesso di quello in erezione. Il righello dovrà continuare a spingere sull'osso pubico e dovrete semplicemente mantenere il membro in una posizione stabile, in modo da permettere la misurazione. Non stiratelo, giacchè la misura standard di un pene flaccido deve corrispondere a quella nel suo stato naturale, cioè penzolante.

Misurare la circonferenza del pene flaccido

Allo stato flaccido non ci sono troppe differenze di circonferenza lungo la sua lunghezza e potete anche misurarlo dal punto che vi sembrerà più comodo, anche verso il centro. Il alcuni casi, il glande risulterà essere più grande del resto. Se questo è il vostro caso, allora misuratevi all'altezza del glande.

Non solo centimetri: Occhio alle illusioni ottiche!

Anche quando il righello o il centimetro dà risultati validi, molti non si accontentano. Esiste difatti un'illusione ottica che non fa che contribuire all'impressione che il pene degli altri sia più grande del nostro. Succede a tutti. La gente ha l'abitudine di farsi un'idea del proprio pene abbassando la testa e guardandolo. Ma dall'alto, (cioè da qualcuno che se lo vede in questo modo), il pene sembra più piccolo rispetto a quello che realmente appare a chi lo guarda di fronte o di lato. Per evitare quest'inconveniente, vi basterà guardarvi allo specchio. Il vostro pene vi sembrerà più grande e non sarà un'impressione. Lo vedrete infatti come apparirà agli occhi di chi vi sta di fronte.

A. Langueduc



[Chiudi]

Questo sito è reattivo. Che cosa significa? Ebbene, provate a ridimensionare il browser e vedrete. La disposizione della pagina e la sua architettura cambiano a seconda delle dimensioni dello schermo.

Oggigiorno il numero di utenti che usano dispositivi mobili per navigare su internet è uguale o superiore a coloro che usano computer. I siti web devono dunque essere leggeri e adattabili e funzionare esattamente come le applicazioni mobili.

Il concetto di tecnologia liquida è ormai universalmente consolidato. Questo sito non ha una versione PC e una versione mobile. Ha una sola versione che si adatta a tutto. Ed è stato tra i primi siti web responsivi in italiano fin dal 2012!


[Chiudi]