Condividi Su
Twitter Google Plus Facebook You Tube
Il primo sito reattivo in italiano
Condividi Su
Twitter Google Plus Facebook You Tube

Yohimbe

Il yohimbe è un tonico del sistema nervoso, un vasodilatatore. Molto buono per il trattamento della disfunzione erettile in quanto favorisce considerabilmente la potenza maschile. Inoltre, stimola il desiderio e la voluttà sia negli uomini che nelle donne.

Yohimbe (rubiacea coryannthe yohimbe)

Il yohimbe nella sua forma naturale.

Il yohimbe appartiene alla famiglia delle rubiaceae. Originario dell'Africa occidentale, dove la corteccia era tradizionalmente usata per curare le febbri, è diventato uno degli afrodisiaci più popolari. Il suo principale principio attivo è la yohimbina che ha un'azione stimolante del sistema nervoso centrale. Alte dosi producono effetti allucinogeni. In alcuni Paesi, il yohimbe è disponibile soltanto sotto prescrizione medica, in altri è proibito. Questa volta non si tratta dunque di un semplice integratore alimentare, ma di un vero e proprio medicinale allo stato puro, che va pertanto consumato con cautela. Il prodotto produce numerosi effetti collaterali e può provocare problemi cardiaci quindi:

  • Malgrado il fatto che rimane un prodotto naturale, tuttavia non sognatevi neppure di usarlo senza controllo medico!
  • Assicuratevi che il prodotto sia fatto, distribuito o venduto da un'azienda reputata e che sia di eccellente qualità.

In generale, il yohimbe è qui presentato a titolo indicativo e informativo, la responsabilità del suo uso è esclusivamente delegata a chi decide di usarlo.

Yohimbe come afrodisiaco

Il yohimbe sotto forma di frammenti di corteccia.

A parte queste controindicazioni, il Yohimbe è forse il migliore degli afrodisiaci. Non soltanto è in grado di migliorare le erezioni in modo notevole ma dà ondate generalizzate di calore, un forte desiderio sessuale (in ambo i sessi), e, durante il coito, la sensazione di "fondersi" nel corpo del partner, soprattutto quando entrambi sono sotto l'effetto della droga; proprio per questa proprietà il yohimbe veniva utilizzato dalle popolazioni di lingua bantü per i riti matrimoniali e quelli di accoppiamento. Nelle donne aumenta notevolmente il desiderio, rendendole morbosamente voluttuose e aumentando le loro sensazioni orgasmiche.

Da sempre quest'albero è stato considerato come un potente afrodisiaco; oggi, la severa Food and Drug Administration considera il cloridrato che si estrae dalla pianta come l'unica medicina valida per curare a lungo termine l'impotenza maschile. Il yohimbe, infatti, determina un aumento della libido e una sensazione di maggiore energia vitale, il tutto senza apportare modifiche ai livelli di testosterone, bensì aumentando la produzione della norepinefrina, ormone surrenalico essenziale per il raggiungimento di un soddisfacente rapporto sessuale. Quindi il yohimbe non altera l'equilibrio ormonale e allo stesso tempo non produce erezioni in modo meccanico (come il Viagra), ma aumenta la potenza mediante un considerevole aumento della libido.

Composizione

La yohimbina, è il suo principio attivo fondamentale. Contiene anche ioimbilina e aimalina (alcaloidi di tipo indolo).

Caratteristiche generali

La yohimbina è l'alcaloide principale contenuto nella corteccia della rubiacea coryannthe yohimbe. Questo alcaloide è in grado di stimolare i comportamenti sessuali del sistema centrale e di produrre vasodilatazione a livello periferico. La parte usata è la corteccia del tronco.

Indicazioni d'uso

Nei casi di disfunzione erettile e di calo del desiderio. Anche usato in caso di impotenza di origine organica o psicosomatica.

Controindicazioni sul yohimbe

Gli effetti collaterali possono essere molteplici, anche se rari se vi attenete alle dosi raccomandate o se assumete sotto prescrizione medica. Ciò nonostante gli effetti collaterali devono essere presei seriamente in considerazione. Innanzitutto è un inibitore della MAO (monoaminaossidasi)(1). Ciò significa che può amplificare l'effetto di farmaci e droghe, con conseguenze anche mortali. La prima regola è quindi di non assumere il yohimbe in combinazione con bevande alcoliche, medicine o droghe. Altri sintomi possono presentarsi come: emicrania, insonnia, ipertensione arteriosa, diarrea, vomito, tachicardia, palpitazioni, ansia e vertigini. A dosi elevate può provocare disturbi della respirazione, abbassamento della pressione o turbe cardiache. Occhio!

Dosi

Il yohimbe in forma di integratore.

A titolo indicativo, di solito il dosaggio varia tra i 18mg e i 100mg al giorno il quale dovrebbe essere diviso in tre o in quattro assunzioni. Ma attenzione, in alcuni casi già 40 mg sono troppi! Inoltre un'assunzione che si protrae per vari giorni potrebbe recarvi disturbo durante la giornata dandovi il bisogno di fare l'amore diverse volte per calmarvi. Per questa ragione è opportuno studiare il dosaggio adeguato con cura, magari procedendo per tappe. In generale dovreste sempre attenervi alle indicazioni del prodotto o del medico. Le indicazioni indicate non dovrebbero mai sostituire quelle di un prodotto di buona qualità o di un dottore.

Reperibilità del yohimbe

La vendita del yohimbe è proibita in Italia e non sappiamo se una prescrizione medica possa facilitare le cose. Ma forse potrebbe essere reperibile online.

==============================
(1) Monoaminaossidasi (MAO): È uno degli enzimi più importanti nelle tappe iniziali della trasformazione metabolica delle catecolamine e indolamine. È distribuita ampiamente in tutto il corpo, encefalo compreso; le concentrazioni più alte si trovano nel fegato e nei reni. Ha importanza sia per identificare le vie metaboliche primarie che seguono le catecolamine in varie circostanze, che per spiegare gli effetti di alcuni farmaci.
{torna su}


[Chiudi]

mobile friendly

Questo sito è reattivo. Che cosa significa? Ebbene, provate a ridimensionare il browser e vedrete. La disposizione della pagina e la sua architettura cambiano a seconda delle dimensioni dello schermo.

Oggigiorno il numero di utenti che usano dispositivi mobili per navigare su internet è uguale o superiore a coloro che usano computer. I siti web devono dunque essere leggeri e adattabili e funzionare esattamente come le applicazioni mobili.

Il concetto di tecnologia liquida è ormai universalmente consolidato. Questo sito non ha una versione PC e una versione mobile. Ha una sola versione che si adatta a tutto. Ed è stato tra i primi siti web responsivi in italiano fin dal 2012!


[Chiudi]